Ecco come costruire una smart city del futuro

Pubblicato: 2021-11-27

Le città di tutto il mondo stanno crescendo rapidamente, così come le tecnologie utilizzate dalle agenzie di pubblica sicurezza per mantenere le persone al sicuro e il corretto funzionamento dei paesaggi urbani. La pandemia ha visto un'accelerazione delle trasformazioni digitali ed ecologiche nelle città intelligenti. In effetti, circa il 54% dei residenti degli Emirati Arabi Uniti si aspetta che il Covid-19 acceleri lo sviluppo delle città intelligenti, ha rivelato un rapporto di Mastercard, Smart Dubai ed Expo 2020. Pratiche commerciali rispettose dell'ambiente, servizi governativi senza carta e connettività Internet veloce, conveniente e in tutta la città sono alcune delle caratteristiche che i residenti si aspettano da una città intelligente, ha rilevato il rapporto.

Nonostante tutti questi investimenti tecnologici, alcuni funzionari e agenzie comunali faticano a portare avanti le iniziative di sicurezza pubblica e smart city. Le loro principali sfide sono il sovraccarico di dati, la richiesta di trasparenza e i silos dipartimentali.

Man mano che più dispositivi vengono aggiunti a una rete, più agenzie di pubblica sicurezza vengono inondate di dati. Cercare di dare un senso alle informazioni rallenta la risposta alle emergenze e limita la capacità di una città di individuare problemi o schemi e apportare modifiche che possono avere un impatto positivo sulle proprie comunità.

L'apprensione pubblica su come e quando vengono utilizzati i dati personali crea anche punti di contesa per le parti interessate della città. Ora più che mai, ai decisori chiave viene chiesto non solo di dare priorità alla privacy e alla sicurezza informatica a tutti i livelli del loro quadro di smart city, ma anche di impegnarsi apertamente con la comunità per affrontare i loro bisogni e preoccupazioni.

Infine, gli investimenti in tecnologie in tutto il paesaggio urbano sono stati tradizionalmente effettuati da dipartimenti indipendenti. Questo processo decisionale isolato ha mantenuto i reparti isolati e incapaci di condividere efficacemente le informazioni. Tuttavia, quando i dipartimenti di tutta la città collaborano attraverso un obiettivo condiviso, sono in grado di proteggere e servire meglio tutti i membri della loro comunità.

Di fronte a tutti questi ostacoli, come possono le parti interessate della città trasformare i dati grezzi raccolti dalla tecnologia delle città intelligenti in informazioni potenti e condividere le informazioni tra i dipartimenti affrontando frontalmente le preoccupazioni del pubblico? Come possono implementare un quadro di città intelligente per soddisfare le richieste attuali e prepararle per espansioni future senza intoppi?

Sfide e tendenze nella sicurezza pubblica oggi

Mentre molte città in tutto il mondo hanno fissato obiettivi ambiziosi per diventare intelligenti, questo non è stato senza ostacoli. Alcune sfide e tendenze comuni che impediscono alle città di diventare più intelligenti e sicure sono:

•Ricchi di dati e poveri di informazioni: la maggior parte delle città ha già effettuato investimenti significativi in ​​varie tecnologie per proteggere i propri cittadini. Questi potrebbero includere soluzioni come videosorveglianza, analisi, riconoscimento automatico delle targhe (ALPR), vari sensori di traffico e molto altro. Tutta questa tecnologia genera un enorme output di dati. Pertanto, per servire meglio le comunità e avere un impatto più significativo, le agenzie di pubblica sicurezza devono implementare strumenti che aiutino a trasformare i dati grezzi in informazioni su cui agire.

•Un crescente bisogno di trasparenza: la crescente polarizzazione e le questioni geopolitiche stanno alimentando la sfiducia in tutto il mondo. Sebbene le città abbiano sempre lottato con l'etichetta di "fratello maggiore", la crescente apprensione su come e perché i governi stiano utilizzando la tecnologia di sicurezza fisica è ai massimi livelli.

Questa maggiore sensibilità alla violazione della privacy sta spingendo gli enti pubblici e le imprese private a migliorare la protezione dei dati. La nuova legislazione sulla privacy supporta anche le lamentele dei cittadini, imponendo alle organizzazioni di assumere la responsabilità di come raccolgono, gestiscono e condividono le informazioni personali. La conformità non implica solo il mantenimento di rigorosi protocolli interni sulla privacy, ma anche il mantenimento di una strategia di sicurezza informatica completa.

Un altro aspetto importante nell'affrontare la sfiducia è il costante impegno della comunità. Le iniziative che offrono una maggiore trasparenza sono fondamentali per il movimento delle città intelligenti perché aprono il discorso pubblico e riducono al minimo lo scetticismo.

•Dipartimenti e silo di dati inefficaci: anche i dipartimenti cittadini lo sono stati da quando la tecnologia legacy è stata disgiunta per così tanto tempo. Anni dopo, poiché sempre più città riconoscono i vantaggi della condivisione delle informazioni all'interno dei dipartimenti e tra entità, queste tecnologie antiquate e disconnesse stanno creando ostacoli significativi.

Per promuovere queste reti di collaborazione, le città devono disporre delle strutture e delle tecnologie giuste in atto. Quando tutte le parti interessate possono comunicare e condividere informazioni in modo efficace, le città possono sbloccare risposte di qualità migliore e sviluppare strategie necessarie per mantenere la vita urbana sicura e vivace.

Come costruire una città più intelligente del futuro?

Per mettere in atto un quadro efficace per una città più sicura, è importante portare tutte le parti interessate al tavolo per discutere le preoccupazioni immediate e identificare obiettivi a lungo termine. La discussione dovrebbe anche soppesare le opinioni dei cittadini e delle imprese per allinearsi meglio con le priorità della comunità e ottenere un maggiore consenso.

Inoltre, disporre delle giuste tecnologie di base in atto è fondamentale per costruire una città intelligente resiliente. In questa fase, è fondamentale considerare tutto, dalle infrastrutture di rete e IT, ai servizi cloud, alla banda larga fissa e mobile e persino alla piattaforma stessa da cui le agenzie gestiranno la videosorveglianza, l'analisi, l'ALPR e altre tecnologie e sensori di sicurezza. Negli Emirati Arabi Uniti, i leader di mercato sfruttano costantemente tecnologie innovative, rendendo la città più sicura, senza interruzioni ed efficiente, consolidando la posizione di Dubai come modello di città intelligente. Infatti, secondo un recente sondaggio di ricerca negli Emirati Arabi Uniti, 8 residenti su 10 preferiscono vivere in una smart city.

Inoltre, è d'obbligo collaborare con fornitori di soluzioni che danno priorità alla sicurezza informatica e alla privacy. È il primo passo per garantire che le città possano raggiungere i massimi livelli di protezione contro le minacce informatiche in evoluzione.

Una città intelligente dipende dalla sua capacità di evolversi e adattarsi. I leader delle città dovrebbero sempre pensare a cosa succederà, ma ciò che è possibile dipende dalla tecnologia che scelgono. Investire in tecnologie scalabili e aperte consente alle agenzie di abbracciare le ultime innovazioni e rimanere all'avanguardia nel movimento delle città intelligenti.

Hassan El-Banna è il Senior Business Development Manager Medio Oriente, Turchia e Africa (META) presso Genetec